• Categoria principale: Notizie
  • Categoria: Ultime

Risparmiare sull’assicurazione del ciclomotore: i nostri consigli

CiclomotoreTutti i veicoli a motore, compresi i mezzi a due ruote, necessitano di assicurazione per poter circolare. Tra questi anche i ciclomotori, o "motorini" da 50 cc, per i quali esiste una specifica tipologia di polizza simile a quella delle moto di maggiore cilindrata. Per quanto riguarda i ciclomotori, una cosa importante da tenere in considerazione per l’assicurazione è la novità che è entrata in vigore il 18 agosto del 2015.

Da quella data è infatti possibile, anche per i ciclomotori, viaggiare con un passeggero a bordo, con due condizioni: la prima che il ciclomotore sia "omologato" per il trasporto di un passeggero, e la seconda che il guidatore abbia 16 anni compiuti e possegga la patente AM, oppure A1 o B1. Questo comporta che nella polizza "base" per i ciclomotori, è inserita anche la copertura per i danni eventualmente subiti dal passeggero, in caso di incidente. Nella tariffa base non è invece inclusa la copertura assicurativa del guidatore, che quindi deve essere richiesta come copertura aggiuntiva, con una clausola specifica. Questa novità ha portato quindi, viste le maggiori coperture, ad un aumento del premio che il contraente deve pagare, ma certamente anche nelle assicurazioni dei ciclomotori si possono ottenere dei risparmi seguendo alcune indicazioni. In primo luogo si può fare affidamento sulle moderne tecnologie ed iniziare da una comparazione "online" dei preventivi base delle varie compagnie.

Una operazione che può essere fatta facilmente utilizzando i vari "comparatori di offerte" che diversi siti mettono a diposizione e che sono gestiti da esperti del settore. Una volta effettuata la comparazione, e scelta la compagnia più in linea con le esigenze del contraente, questi siti permettono anche di effettuare "online" la sottoscrizione della polizza. Un’ulteriore possibilità offerta da questo sistema è quella di "bloccare" il prezzo della assicurazione scelta ed effettuare successivamente la stipula del contratto. Per poter effettuare con accuratezza le comparazioni, gli utilizzatori dei siti devono avere a loro disposizione i dati relativi sia al titolare dell’assicurazione, che agli eventuali guidatori, ed i dati tecnici del veicolo che si intende assicurare, che sono disponibili sul "libretto di circolazione". Una volta effettuato l’ingresso nel sito di comparazione si dovrà seguire una procedura, che passo dopo passo permetterà l’inserimento dei dati necessari ed alla fine mostrerà l’elaborazione effettuata tra i preventivi disponibili. Il metodo della comparazione online è sicuramente vantaggioso per l’assicurato in quanto permette di abbattere i costi fissi che le assicurazioni tradizionali devono sostenere per le classiche "agenzie" dislocate sul territorio. Negli ultimi anni inoltre, data la maggiore concorrenza, le compagnie assicurative hanno optato per un abbassamento dei prezzi se la scelta avviene con questa tipologia. Per il contraente inoltre c’è la grande comodità di poter effettuare i confronti standosene comodamente a casa ed in tutti gli orari che desidera. Inoltre la solo differenza tra le assicurazioni "tradizionali" e quelle "online" è data dalla metodologia di scelta, mentre le coperture, le garanzie e l’affidabilità rimangono immutate. Per risparmiare sui costi di assicurazione dei ciclomotori si può inoltre scegliere la possibilità di "sospensione dell’assicurazione", una opportunità che è offerta da molte compagnie, che può essere effettuata in vari periodi dell’anno, quando ad esempio la brutta stagione non consiglia l’uso del ciclomotore.

Questa opportunità non riduce i costi al momento della stipula dell’assicurazione, ma spalmandone la durata su un lasso di tempo maggiore dei 12 mesi canonici, ne spalma il costo, riducendo quindi l’incidenza mensile. Quando si attiva una polizza assicurativa di questo tipo di devono comunque analizzare nel dettaglio tutte le varie clausole, visto che ogni compagnia assicurativa ne ha delle proprie inserite nel contratto, e quindi i limiti di "sospendibilità" possono variare. Un’altra possibilità di risparmio è quella dell’assicurazione temporanea, valida per un periodo di tempo che normalmente è di 3 o di 6 mesi, ed è consigliabile quando si prevede di utilizzare il ciclomotore solo in determinati periodi. In alcuni casi per risparmiare sull’assicurazione del proprio ciclomotore, il contraente può utilizzare quella che è conosciuta come opzione "6 Ruote", che viene offerta da molte compagnie assicurative. Si tratta della possibilità di assicurare con la stessa compagnia sia la propria auto che il proprio ciclomotore, e di ottenere quindi uno sconto cumulativo. Si deve però fare attenzione, in quanto diverse compagnie, come veicolo a 2 ruote intendono solo le moto e non i ciclomotori. Una ultima possibilità di risparmio è quella indicata come "conducente esclusivo", nella quale è indicato il nome della persona che può condurre il mezzo; opzione che porta però al mancato risarcimento nel caso in cui alla guida ci sia una persona diversa.

Condividi