• Categoria principale: Notizie
  • Categoria: Ultime

Il turismo e i vantaggi della rete

iflatPrenotare un viaggio completo, aereo o treno che sia più soggiorno, direttamente da smartphone o da pc. Un qualcosa che solo pochi anni fa avrebbe rappresentato un’utopia e che invece, oggi, è realtà oltre che un’azione molto diffusa.
Il legame tra turismo e rete web si configura oggi come uno dei più interessanti oltre che proficui dal punto di vista economico. L’abitudine sempre più diffusa di prenotare online sta dando il via alla nascita in rete di tantissime realtà che operano in questo mondo.
Portali comparativi, siti di prenotazione, vendita di servizi di vario genere: un macrocosmo cresciuto in seno alla rete e dove trovano oggi posto tanti operatori. Basti pensare ai nomi noti, da Booking.com a Expedia passando per AirBnb; a nuove realtà, anche nostrane espressione del made in Italy come Iflat, società che si occupa di gestire case vacanza e appartamenti per attività ricettiva.


D’altra parte una recente ricerca portata avanti dalla Global Survey di Nielsen, i viaggi rappresentano il primo servizio che gli italiani acquistano online. E in questo enorme bacino di utenti, ben il 95% legge recensioni online e consulta i feedback prima di prenotare.
Un dato importante con il quale tutti coloro i quali volessero cimentarsi nel settore devono necessariamente fare i conti. E che serve da monito a curare la propria immagine online: una recensione negativa oggi può essere altamente deleteria per un operatore, in qualunque campo sia attivo.
Il tutto nasce anche dalla grande concorrenza che c’è oggi in rete: oggi è più semplice viaggiare per via della abbondanza di voli low cost e strutture ricettive che si trovano in rete. Sono soprattutto alcune fasce di consumatori che si rivolgono al web per prenotare vacanze: si parla dei cosiddetti millennials, cresciuti a stretto contatto con le tecnologie multimediali. Per tornare sui dati di prima, tra il 2011 e il 2015 le prenotazioni di viaggio online sono cresciute del 1.700%.
Numeri che devono assolutamente far riflettere sulle enormi potenzialità della rete e soprattutto del mobile. E che dovrebbero (il condizionale è quantomai d’obbligo) far capire agli operatori quanto possa essere importante investire in campagne di web marketing tese a migliorare la struttura del proprio sito. D’altra parte se la maggior parte degli utenti effettua ricerche e poi prenota tramite Internet, farsi trovare in rete migliorando il proprio posizionamento sui motori di ricerca diventa un fattore di sopravvivenza.

Condividi