Nuova o da ristrutturare? Dieci consigli per comprare casa

Edward-Hopper-Second-Story-Sunlight-380199Che sia l’abitazione principale o una seconda casa, capita poche volte nella vita di acquistare un appartamento o una villetta. Meglio allora affrontare preparati la lunga fase che va dalla trattativa al rogito, affidandosi a operatori competenti e professionali. Fin da subito si pone il quesito: casa nuova o “usata”? Un interessante articolo del Corriere della Sera riporta pregi e difetti di entrambe le soluzioni. Un’abitazione di recente costruzione generalmente è in grado di garantire migliori prestazioni energetiche, oltre che razionalità degli spazi, la presenza di almeno un posto auto e la possibilità di personalizzare le finiture. Per saperne di più clicca il pulsante azzurro qui sotto

“Inoltre per dieci anni l’acquirente non andrà incontro a spese di riparazione straordinaria” Logo certificazione energeticariporta il noto quotidiano milanese  di via Solferino. L’altro lato della medaglia è rappresentato dal prezzo poco trattabile e da imposte più alte che gravano sul costo d’acquisto. Se invece si compera una casa ancora da ristrutturare di solito è possibile beneficiare di maggiori agevolazioni fiscali. Una questione importante è rappresentata dallo stato degli impianti, che a qualche tempo di distanza dall’acquisto possono mostrare qualche criticità. Senza la pretesa di essere esaurienti, riportiamo alcuni quesiti che un potenziale acquirente dovrebbe porsi: 1) Com’è orientata l’abitazione rispetto al sole? Verifichiamo lo stato di impianti idraulici, elettrici e di riscaldamento.

Villa Lesa Belvedere2) In quale stato si trova lo stabile che ospita l’unità abitativa? 3) Com’è registrato al Catasto l’immobile?
4) Se la casa è “usata”, verifichiamo la presenza di eventuali carichi pendenti quali ipoteche, oltre che i metri quadri effettivi.
5) Se l’abitazione è nuova, esaminiamo il capitolato e la planimetria, anche con l’ausilio di un tecnico, assicurandoci che il costruttore abbia stipulato una fideiussione a garanzia degli acconti.
6) Lo stabile dispone di una certificazione energetica? Dal 2012 non è più possibile presentare autocertificazioni.
7) Per quanto riguarda l’acquisto di loft, mansarde o soffitte, riporta un articolo del Sole 24 Ore “la difficoltà della messa a norma può facilmente vanificare la minor spesa per l’acquisto”. Accertiamoci che il Piano di governo del territorio del Comune dove acquistiamo casa autorizzi il cambio di destinazione d’uso da industriale ad abitativo e l’eventuale costo dell’operazione.
8) Se si acquista una casa nuova, recarsi in cantiere con una certa frequenza, in modo da verificare personalmente lo stato dei lavori ed eventuali mancanze o variazioni rispetto al capitolato. 
9) Negli ultimi tempi prende sempre più piede la tendenza di ricavare dalla stessa metratura il maggior numero possibile di stanze. Ma questa non è sempre la scelta ottimale.
Edward Hopper casa10) Molti sostengono che ci troviamo in un momento buono per comprare, considerati i tassi dei mutui ai minimi storici.

Condividi