Elezioni, la destra cavalca l'affare Bellaria

Peschiera case Bellaria bassaPESCHIERA A pochi giorni dalla sentenza del Tribunale amministrativo regionale, che consente ai costruttori di ridiscutere gli oneri di urbanizzazione in merito al Piano Integrato di Intervento di Bellaria, i partiti di destra confermano la loro posizione critica nei confronti della precedente amministrazione di Luca Zambon.
“A rimetterci saranno solo gli acquirenti delle case - spiega Fratelli d'Italia, che sarà presente il prossimo sabato 2 aprile alle 17 in via Fallaci per solidarizzare con i cittadini -. Ora bisognerà ridiscutere da capo la convenzione tra costruttori e Comune”.
Caustico anche il consigliere di Forza Italia Luigi Di Palma: “Sfuma la disponibilità di 3 milioni e 600mila euro quali oneri di urbanizzazione – commenta Di Palma -. Come affermato dallo stesso segretario comunale Diego Carlino, poi dimessosi, gli atti in merito alla vicenda Bellaria promulgati dal partito Democratico nei mesi in cui era al governo hanno avuto il solo effetto di indebolire la posizione processuale del Comune”.

Condividi