Rodano

  • Categoria principale: Comuni
  • Categoria: Rodano

Pgt: il Comune dice basta al degrado nell’area orti

Rodano_ingresso_zona_orti

RODANO Degrado nell'area orti, il Piano di governo del territorio finisce nel mirino della minoranza: "Comune, batti un colpo". "Ormai da decenni regna una situazione di degrado – spiega Progetto Rodano in un volantino distribuito nelle caselle della posta -. Sarebbe tempo di fare qualcosa". I fondi per riqualificare la zona verranno reperiti anche attraverso la collaborazione con altri enti pubblici o riconoscendo il diritto a edificare su altri terreni. "Il Piano di Governo del territorio individua in questa zona un punto importante sul piano ambientale, da recuperare ai fini naturalistici – si legge nel documento di pianificazione urbanistica -. Proprio gli orti, fungeranno da corridoio "ecologico" tra la riserva naturale delle Sorgenti della Muzzetta e il territorio della tenuta di Trenzanesio. Per consentire questo, sarà necessario eliminare tutte le situazioni improprie rispetto al contesto. Prevederemo anche un percorso ciclopedonale, di raccordo con la rete già esistente".

Condividi
  • Categoria principale: Comuni
  • Categoria: Rodano

Simona Veneroni chiude i battenti

Copia_di_Rodano_Simona_Veneroni

RODANO Simona Veneroni, titolare dello storico negozio nel centro di Lucino, si appresta a cercare un affittuario per i suoi locali. E’ questo il motivo che ha portato la commerciante a svendere tutti i suoi capi. Nonostante l’età relativamente giovane, Veneroni vanta un’esperienza più che ventennale nel suo ramo, grazie a una passione ereditata dai suoi genitori. Il padre Albino ha svolto la professione di sarto, mentre la madre Ester è stata anch’essa titolare di Veneroni abbigliamento. "Mio padre è morto nell’’81, mentre mia madre circa quattro anni fa – spiega la commerciante -. Prima di venire a Rodano, i miei genitori hanno abitato nella vicina Settala. Intorno alla fine degli anni Sessanta mia madre ha aperto un negozio in via Dante a Lucino: poi nell’84, quando è stato costruito questo complesso, ha deciso di trasferirsi sotto i portici. Io, dopo le scuole medie e un corso di operatore informatico, ho cominciato ad aiutarla nel lavoro. Poi, nell’86, ho conosciuto il mio attuale marito Luca, con il quale ho avuto una figlia, Federica, che ora ha 22 anni. Inizialmente anche Luca mi ha aiutato nell’attività: da qualche tempo, però, è rappresentante per un’azienda alimentare. Federica, invece, studia Scienze Motorie all’università e tutt’ora collabora saltuariamente alla gestione del negozio". Negli ultimi tempi, tuttavia, la difficile congiuntura economica aveva cominciato a farsi sentire in alcuni negozi rodanesi. "La crisi c’è, è innegabile e l’abbigliamento ne risente in modo particolare - commenta Veneroni -. A ciò si aggiunge anche la presenza dei centri commerciali. Una volta individuato l’affittuario di questi locali, mi piacerebbe lavorare come commessa, sempre in questo settore".

Condividi
  • Categoria principale: Comuni
  • Categoria: Rodano

Rodano: Adriano Alecchi, una vita nell’obbiettivo

Rodano_Alecchi

RODANO "Un lavoro grazie al quale ho avuto la fortuna di fare esperienze molto interessanti e conoscere diverse persone" così ama definire il suo lavoro Adriano Alecchi, 69 anni, da quasi 40 dietro l'obiettivo. Gli scatti di Alecchi sono stati pubblicati, oltre che su Panorama, presso il quale ha lavorato per diversi anni, anche su Il Giorno, Il Corriere della Sera, Oggi, Grazia e su Time, Le figarò ed El Globo. I suoi reportage hanno toccato zone calde come Israele, Jugoslavia, Cuba, Egitto e, nel '69, la Cecoslovacchia della primavera di Praga. Nel '90 ha fotografato il crollo dei regimi comunisti in un lungo viaggio nell'Europa dell'Est. Un uomo che, partito da zero, deve il suo successo all'impegno dedicato alla sua passione. Originario di Milano, inizia a lavorare a 13 anni come riparatore di biciclette e fattorino e, alla fine degli anni '50, come barista in Mondadori. "Dopo il militare spiega Alecchi - ho continuato, sempre in Mondadori, presso il centro documentazione". Poi, verso il '65, comincia a scattare le prime foto: "Mi ero accorto che l'archivio fotografico era vecchio e andava rinnovato". Alecchi ricorda due episodi particolari della sua carriera: "Nel '69, durante la Primavera di Praga ero stato fermato dalla polizia: era infatti proibito fare le foto. In quel frangente la folla mi è venuta in aiuto, aprendosi al mio passaggio mentre cercavo di fuggire e chiudendosi al poliziotto". Un altra foto, scattata invece negli anni '90, ritrae un Silvio Berlusconi cantante: "Era durante una festa per i librai, allora lui era presidente della Mondadori". Parallelamente alla sua attività di fotografo per i periodici, da quando risiede in paese Alecchi ha documentato con i suoi scatti decenni di storia rodanese. Le sue foto vengono esposte con una certa regolarità in occasione di mostre allestite negli stabili comunali.

Condividi
  • Categoria principale: Comuni
  • Categoria: Rodano

Albero kaput al "Morettoni"

Rodano_albero_caduto_Morettoni

RODANO Piegato dal vento e dalla pioggia degli ultimi giorni, non ha mancato di destare curiosità tra i passanti un albero caduto all’interno del Parco dei Morettoni, visibile dall’esterno dell’area verde.

Condividi
  • Categoria principale: Comuni
  • Categoria: Rodano

I reduci di Milano e Lodi premiano Carminati

Rodano_Giuseppe_Carminati_3

RODANO La sezione Reduci e combattenti di Milano e Lodi premia il veterano Giuseppe Carminati (nella foto, di Matteo Bettera) per i 40 anni di presidenza all'interno del gruppo locale. Il presidente onorario dei reduci rodanesi Carminati, classe '23, ha ricevuto i giorni scorsi una pergamena e una medaglia d'oro dalle mani del primo cittadino Michele Comaschi. Carminati, soldato nella Seconda Guerra Mondiale, risiede nella vicina Pioltello. Per diversi anni ha abitato in località Pobbiano, l'unica frazione di Rodano separata dal resto del paese dalla provinciale Rivoltana. La consegna del premio si è svolta nel fine settimana, in occasione della cerimonia di commemorazione dei Reduci e combattenti.

Condividi