Tribiano

  • Categoria principale: Comuni
  • Categoria: Tribiano

Tribiano: infortunio alla Galdram, è morto l’operaio Franny Yovany Zapata

TRIBIANO Si è spento stamattina dopo dodici ore di ricovero all’ospedale di San Donato l’operaio Franny Yovany Zapata, vittima di un infortunio alla Galdram. Il 41enne ecuadoriano residente a Cinisello era stato travolto da un carrello metallico nell’azienda di via Addetta presso la quale lavorava.

Condividi
  • Categoria principale: Comuni
  • Categoria: Tribiano

Tribiano: infortunio alla Galdram, grave un operaio

TRIBIANO Versa ancora in gravi condizioni l’operaio ecuadoriano travolto da un carico metallico nel tardo pomeriggio di ieri alla Galdram di via Addetta. Al 41enne, trasportato in elisoccorso all’ospedale di San Donato, è stato riscontrato lo schiacciamento del torace. Tempestivo anche l’intervento di vigili e carabinieri, che hanno effettuato i rilievi.

Condividi
  • Categoria principale: Comuni
  • Categoria: Tribiano

Tribiano, in piscina gratis con il pullman del Comune

Tribiano_Sara_Ded_bassaTRIBIANO Per tutto luglio l’amministrazione comunale di Franco Lucente metterà a disposizione dei residenti un servizio di navetta per la piscina di Paullo. Per poterne usufruire è necessario prenotarsi nelle giornate di lunedì e giovedì chiamando il 327-3339295. “Sempre nel mese di luglio, proseguirà il servizio gratuito di navetta per il cimitero e il centro commerciale rivolto agli anziani” spiega Lucente. L’iniziativa è promossa con la collaborazione dell’assessorato ai Servizi sociali di Sara Dedè (nella foto).

Condividi
  • Categoria principale: Comuni
  • Categoria: Tribiano

Tribiano, è morta la madre del sindaco Franco Lucente

Tribiano_municipioTRIBIANO Sono state celebrate oggi le esequie della madre del sindaco Franco Lucente, venuta improvvisamente a mancare. In questi giorni il primo cittadino avrebbe dovuto sposarsi: l’evento luttuoso, tuttavia, l’ha costretto a rimandare la cerimonia.

Condividi
  • Categoria principale: Comuni
  • Categoria: Tribiano

Tribiano: debitori insolventi, imprenditore egiziano minaccia il suicidio

TRIBIANO “O mi pagate o mi butto”: imprenditore edile minaccia di gettarsi da uno stabile in costruzione. E’ accaduto ieri, attorno alle 14, in piazza Umberto Primo.
L’uomo, di nazionalità egiziana, è salito a dieci metri di altezza, palesando l’intenzione di suicidarsi perché non gli era stato corrisposto quanto dovuto per un lavoro in subappalto eseguito nel cantiere.
Lo straniero è stato convinto a desistere dal maresciallo dei carabinieri Misino e da un militare, salito sul tetto. Gli uomini della compagnia di San Donato, coordinati dal maggiore Giuliano Gerbo, stanno ora accertando eventuali irregolarità nei rapporti di lavoro.

Condividi